Ing , la procura di Milano indaga per riciclaggio

Aggiornamento della nota pubblicata ieri su questo blog.

Dopo l’alt di Bankitalia all’apertura di nuovi conti correnti da parte di Ing Direct ora interviene la Procura della Repubblica di Milano con l’apertura di un’inchiesta a carico di ignoti per inosservanza della normativa antiriciclaggio. È quanto viene pubblicato da Il Sole 24 Ore di oggi cui si rinvia per maggiori dettagli.

Ing Direct, quali rischi per i clienti dopo le decisioni della Banca d’Italia

Questo blog non intende entrare nel dettaglio della decisione assunta dalla Banca d’Italia ma riportare quanto di interessante dalle pagine economiche scritte oggi incomincia ad emergere. Esempio: ecco quanto scrive  Businessonline (vedi fonte)

fonte: Businessonline

“Molti lettori ci stanno facendo questa domanda, se Ing Direct come banca è sicura. In questo caso, meglio, per dare una risposta oggettiva prendere i freddi numeri che indicano come Ing Direct è una banca solida e sicura e non c’è rischio di dafault o problemi sui conti correnti. Il rating di lungo periodo è tra A ed A+, certamene elevato e sicuro. Ma non basta. il Fatturato è di circa 17000 milioni di euro all’anno con un utile netto di circa 3500 milioni di euro”.

Linkiesta, quotidiano on line: la fatturazione elettronica è il mostro finale della burocrazia italiana

Sta per entrare in vigore da gennaio 2019  la fattura elettronica per tutti, per i ricconi e “i morti di fame”.
Di seguito l’incipit dell’articolo dell’Inkiesta con il  il rinvio all’articolo completo.  (My Notes) Continua a leggere Linkiesta, quotidiano on line: la fatturazione elettronica è il mostro finale della burocrazia italiana

Chiude Equitalia, arriva l’Agenzia della riscossione

Equitalia sarà sciolta con decorrenzaa  primo luglio 2017. Subentra un ente pubblico economico, denominato “Agenzia delle Entrate-Riscossione”. E’ quanto si legge nella manovra economica.  L’ente sarà sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef).  Presidente dell’ente sarà il direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Circa 2 cent a Kw/h il risparmio previsto dal ‘decreto Fare’ sulla bolletta elettrica : per un totale stratosferico di 5 euro all’anno

Ansa del 18 giugno, 10:34. Il taglio da oltre 500 milioni di euro per le bollette previsto dal ‘decreto Fare’ si tradurrà “per una famiglia-tipo in una riduzione di circa 1 o 2 cent di euro a kw/h, che tradotto su base annuale vuol dire solo circa 5 euro di risparmi a famiglia su una spesa media di 550 euro annuali”. Lo calcola il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, ospite di “L’Economia Prima di Tutto” su Radio1 Rai. Il risparmio per le imprese, “a seconda dei consumi può essere anche di 10 mila euro: poca roba però rispetto agli aumenti registrati negli ultimi anni. Insomma è un inizio ma è un po’ poco”, dice Tabarelli.

—–

Commento di Webzeta.it

La regalia di 5 euro è una vera elemosina per le famiglie italiane. (Admin: eu.za.)

Altri 123mila posti a rischio quest’anno. Gia’ persi 674mila

Gia’ persi 674mila posti di lavoro in 5 anni. “Repubblica fondata sul non lavoro” (Bonanni-Cisl)

Un ragazzo davanti ad un'agenzia interinaleROMA – Altri 123mila posti di lavoro a rischio nel 2013, dopo 674mila persi in 5 anni: tra 2008 e 2014 il Paese ha perso il 2,4% di occupazione, il 6% di Pil, il 4,3% di consumi famiglie, il 20% degli investimenti.  La Cisl sostiene che è necessario ” uno choc fiscale, un provvedimento straordinario per dimezzare le tasse, far ripartire la nostra economia, sollevare i salari ed i consumi”.

—————

Immagine:

Un ragazzo davanti ad un’agenzia interinale